Nuovi incarichi  e tante iniziative di Toscana Arte a ‘La Mandragola’ nel fantastico quartiere della Venezia, il  7 dicembre 2002.

Si è svolta l?assemblea annuale del gruppo ?Toscana Arte-Giovanni March?, in contemporanea con il tradizionale convivio pre-natalizio, svoltosi presso il ritrovo?La Mandragola? in quel della ?Venezia?. Iscritti al completo: una tavolata enorme.

Il ?Gruppo? è molto attivo, con mostre anche a Firenze. Si avvale, nello spirito, del vitalismo contagioso del grande pittore che ne fu la linfa fondante. Figura carismatica, March, un vero <hidalgo> combattente per ideali umanitari, tanto amante della vita da trasferire nelle sue opere emozioni forti e genuine: un canto rapsodico da vero personaggio guascone. La storia di ?Toscana Arte? è lunga e con March vivente, portò le sue propaggini anche nelle province limitrofe. Nella riunione, la presidente Lorena Fantini March ha svolto un?ampia relazione e informato sui programmi. Un caloroso saluto al segretario uscente Gargano. Subentra Paola Turio, Rino Chelli lascia il consiglio e diventa socio onorario, Marco Bardini entra nel Consiglio Direttivo. Figura determinante il vicepresidente e tesoriere Paolo Frediani, per il suo illuminato dinamismo e per aver concesso la sede del Gruppo in via Serafino De Tivoli n.15. Sono in programma mostre a Milano, Collesalvetti, Castagneto Carducci , Ponsacco, Luciana, alla Cassa Risparmio di Torino e alla stessa Mandragola.

titolo05